In volo verso il tuo Everest

Chi più alto sale, più lontano vede. Le montagne non sono forse l’assoluto, ma lo suggeriscono. Di sicuro scalarle o volarci sopra ci provoca forti emozioni.

L’Everest e più in generale la catena dell’Himalaya sono per l’alpinista il Sacro Graal delle montagne. La vetta per eccellenza, quella più ambita e carica di significati.

Ogni uomo ha il suo Everest da raggiungere. Non per forza deve essere la vetta più alte di tutte, ma basta sia una vetta che sfidi i nostri limiti e ci faccia crescere.

Un’avventura ti fa uscire  dall’ordinario, e non serve per forza che sia straordinaria, basta che faccia battere il cuore e tirare fuori il meglio di te facendoti volare sopra nuovi orizzonti.

Allora “spicca il volo” inizia nuove avventure fantastiche, ricche di significato e di crescita.

Ogni paramotorista – come ogni alpinista – ha un’impresa che serba del cuore. Un volo che ha sempre desiderato fare, fuori dal comune.

Vi auguro di trovare la forza e la motivazione per affrontare questa sfida e mettervi in volo verso quel sogno.

Annunci

Tutto ciò da non fare in volo!

Ecco un video che è un bel concentrato di cose pericolose da evitare quando si vuole volare in paramotore in sicurezza: le abbiamo proprio tutte: volo sopra il fiume, volo toccando l’acqua con le gambe, volo sotto un ponte in costruzione, evoluzioni sull’acqua con virate a filo d’acqua, volo radente fra le case e dulcis in fundo, atterraggio in centro abitato! Della serie se tecnicamente si può fare me ne frego delle regole e della sicurezza.

La tecnica del nostro “amico” russo non si discute, ma se parliamo di esempio di rispetto delle regole e di sicurezza non ci siamo proprio!

Da non imitare sopratutto se si si tiene alla propria vita e a quella altrui!

In paramotore sul Monte Bianco!

Epico volo sulla montagna più alta d’Europa! Il Monte Bianco con i suoi 4.810 metri di altezza è una fra le vette più ambite fra gli scalatori europei, e ora anche un sogno per i paramotoristi.

Occhio però un volo solo per chi vola con il paramotore da anni, studiando bene le condizioni climatiche e rotta migliore.

Il paramotore in montagna richiede attrezzatura adeguata (durante il volo con una termica sono finiti a 4.900 metri a -20• !), esperienza, prudenza e buon senso.

Volo in paramotore tra Viareggio e Camaiore

Bel video di Michele Moro in volo con il suo paramotore fra le Alpi Apuane sopra Camaiore ed il mare della Versilia.

Decollo dal campo di volo di Massarosa alle 19.00 direzione nord-est verso Camaiore puntando il bellissimo monte Prana, che si vede sullo sfondo a destra di questa foto.
20130903-033926.jpg

Qui sotto il percorso calcolato con l’App Maps 3D GPS per iOS.

20130902-163919.jpg
Il percorso può essere visualizzato anche in due dimensioni.

20130902-164232.jpg
Si hanno a disposizione anche le statistiche del volo. In questo caso un volo di 1 ora e un quarto con quasi 35 km di media.
Una velocità massima raggiunta di 60 km/orari e un’altezza massima di 1169 metri sul livello del mare.
Dal grafico si nota come il rientro si stato fatto sulla costa.

20130902-164353.jpg
Ecco una foto del monte Prana sopra Camaiore (1.176 m) in avvicinamento da sud.
20130902-164952.jpg Qui sotto la cima del monte Gabberi (1.082 m) con il monte Prana sullo sfondo.
20130902-165332.jpg
Qui invece la spiaggia di Viareggio al rientro al tramonto.

20130902-165602.jpg

Giro della Sicilia in Paramotore

Ecco le belle immagini del Giro della Sicilia in Paramotore organizzato e realizzato grazie a Pasquale Biondo, ottimo istruttore e atleta affermato di paramotore.

<iframe width=”420″ height=”315″ src=”http://www.youtube.com/embed/hEoR5cYfPPY&#8221; frameborder=”0″ allowfullscreen>

Coppa Italia Paramotore 2012

Si è svolta a Momo in provincia di Novara la tappa di Coppa Italia di Paramotore 2012. Accanto ad un “mostro sacro” come Raffaele Benetti, da anni nel giro della Nazionale Italiana di Paramotore si fa strada Alessio Meconi, anch’egli lucchese.

Alessio è la dimostrazione di come la passione e l’impegno in questo bellissimo sport possa portare in breve tempo a grandi risultati: ha preso il brevetto lo scorso anno proprio alla scuola di volo Fly x FUN di Massarosa (LU) gestita da Raffaele Benetti, insieme al compagno di volo ed istruttore Pasquale Biondo.

i risultati ottenuti in Coppa Italia permetteranno ai due atleti di partecipare al prossimo campionato del mondo che si svolgerà ad agosto.

Un complimento ad entrambi ed un grande in bocca al lupo.