In volo verso il tuo Everest

Chi più alto sale, più lontano vede. Le montagne non sono forse l’assoluto, ma lo suggeriscono. Di sicuro scalarle o volarci sopra ci provoca forti emozioni.

L’Everest e più in generale la catena dell’Himalaya sono per l’alpinista il Sacro Graal delle montagne. La vetta per eccellenza, quella più ambita e carica di significati.

Ogni uomo ha il suo Everest da raggiungere. Non per forza deve essere la vetta più alte di tutte, ma basta sia una vetta che sfidi i nostri limiti e ci faccia crescere.

Un’avventura ti fa uscire  dall’ordinario, e non serve per forza che sia straordinaria, basta che faccia battere il cuore e tirare fuori il meglio di te facendoti volare sopra nuovi orizzonti.

Allora “spicca il volo” inizia nuove avventure fantastiche, ricche di significato e di crescita.

Ogni paramotorista – come ogni alpinista – ha un’impresa che serba del cuore. Un volo che ha sempre desiderato fare, fuori dal comune.

Vi auguro di trovare la forza e la motivazione per affrontare questa sfida e mettervi in volo verso quel sogno.

Annunci

Fly products: tutto per volare in parapendio

Abbiamo fatto visita a Fly Products, azienda di Grottammare in provincia di Ascoli Piceno che progetta e costruisce paramotori e prodotti connessi al volo.

Quest’azienda marchigiana con una lunghissima esperienza offre prodotti con ottime prestazioni, qualità elevata ad un prezzo ragionevole.

L’officina vede all’opera in un ambiente ordinato e ben organizzato diversi tecnici esperti che assemblano i prodotti con cura artigianale.

La cura al dettaglio si nota anche nell’attenzione al design degli apparecchi, paramotori e paracarrelli e alla scelta dei materiali usati. Un’attenzione continua alla ricerca e sviluppo, basata sulle esigenze e consigli degli utenti, permette all’azienda di essere sempre propositiva in termini di migliorie o nuovi modelli.

Visita il sito o lo shop dell’azienda (in italiano e inglese) per scoprire tutte le novità ed il modello più adatto alle tue esigenze.

 

 

 

Paracarrello 4 ruote vs 3 ruote

Una variante del paramotore, chiamata paracarrello, è dotata di ruote che sostituiscono la necessità di correre a piedi. Questa versione permette anche alle persone con difficoltà nella corsa o che hanno difficoltà a sopportare il peso dello zaino del paramotore di avvicinarsi a questo sport.

Normalmente il paracarrello è un trike a 3 ruote ma esistono anche versioni a 4 ruote, come vediamo in questo video, che ne espone i vantaggi.

Tutto ciò da non fare in volo!

Ecco un video che è un bel concentrato di cose pericolose da evitare quando si vuole volare in paramotore in sicurezza: le abbiamo proprio tutte: volo sopra il fiume, volo toccando l’acqua con le gambe, volo sotto un ponte in costruzione, evoluzioni sull’acqua con virate a filo d’acqua, volo radente fra le case e dulcis in fundo, atterraggio in centro abitato! Della serie se tecnicamente si può fare me ne frego delle regole e della sicurezza.

La tecnica del nostro “amico” russo non si discute, ma se parliamo di esempio di rispetto delle regole e di sicurezza non ci siamo proprio!

Da non imitare sopratutto se si si tiene alla propria vita e a quella altrui!

L’aria si raffredda… le passioni no!

Paramotore.tv  realizza il tuo sogno di volare- Riccardo Baretella e Matteo MescalchinQuando l’aria si fa fredda, quando i cieli si fanno brumosi, quando il lavoro ti succhia ogni minuto della giornata, solo i più tosti si ritagliano la pausa pranzo per riuscire a volare!

Bravi! Bella foto di Matteo Mescalchin, nuova leva paramotorista che fotografa l’amico Riccardo Barettella.

 

Atterrare in paramotore con vento forte

L’atterraggio in paramotore è un momento delicato. L’atterraggio con vento forte lo è ancora di più!

ACosa succede quando la velocità del Vento a terra si avvicina alla velocità della vela?

Praticamente si ha difficoltà ad avanzare sul terreno e si atterra da fermi!

Atterraggio da fare con attenzione con uno stallo deciso e soprattutto da evitare se il vento, superando la velocità della vela ci fa arretrare.

In paramotore sul Monte Bianco!

Epico volo sulla montagna più alta d’Europa! Il Monte Bianco con i suoi 4.810 metri di altezza è una fra le vette più ambite fra gli scalatori europei, e ora anche un sogno per i paramotoristi.

Occhio però un volo solo per chi vola con il paramotore da anni, studiando bene le condizioni climatiche e rotta migliore.

Il paramotore in montagna richiede attrezzatura adeguata (durante il volo con una termica sono finiti a 4.900 metri a -20• !), esperienza, prudenza e buon senso.

Volo in paramotore tra Viareggio e Camaiore

Bel video di Michele Moro in volo con il suo paramotore fra le Alpi Apuane sopra Camaiore ed il mare della Versilia.

Decollo dal campo di volo di Massarosa alle 19.00 direzione nord-est verso Camaiore puntando il bellissimo monte Prana, che si vede sullo sfondo a destra di questa foto.
20130903-033926.jpg

Qui sotto il percorso calcolato con l’App Maps 3D GPS per iOS.

20130902-163919.jpg
Il percorso può essere visualizzato anche in due dimensioni.

20130902-164232.jpg
Si hanno a disposizione anche le statistiche del volo. In questo caso un volo di 1 ora e un quarto con quasi 35 km di media.
Una velocità massima raggiunta di 60 km/orari e un’altezza massima di 1169 metri sul livello del mare.
Dal grafico si nota come il rientro si stato fatto sulla costa.

20130902-164353.jpg
Ecco una foto del monte Prana sopra Camaiore (1.176 m) in avvicinamento da sud.
20130902-164952.jpg Qui sotto la cima del monte Gabberi (1.082 m) con il monte Prana sullo sfondo.
20130902-165332.jpg
Qui invece la spiaggia di Viareggio al rientro al tramonto.

20130902-165602.jpg